Quella foto venuta male che non mi somiglia per niente

Il bello delle fotografie di una volta è che dovevi stamparle per forza, belle o brutte che fossero.
E così anche le foto in cui i protagonisti avevano gli occhi chiusi, i capelli fuori posto o l’espressione da idiota, prendevano vita su di un cartoncino lucido che al massimo potevi nascondere ma che difficilmente avresti buttato.

Ne ho conosciute poche di persone in grado di strappare una foto.

In genere si trattava di persone che avevano amato troppo, o amato male, o tutte e due le cose.

E così può capitare che dopo anni, per colpa di un’amica che voglia di strappare vecchie foto evidentemente non ne ha mai avuta, quella foto torni in circolo.

È la foto di un ragazzo che non mi somiglia per niente.
Avrà almeno venti anni meno di me.
Ha l’espressione improbabile di chi non si mette in posa, che è sempre meglio di quella finta di chi invece in posa ci si mette.
Non è bello, non è brutto.
Non mi somiglia per niente.
Eppure so di conoscerlo. Ho già visto da qualche parte la luce nei suoi occhi. Sento in qualche modo di essere in confidenza con lui.
Vorrei fargli vedere come sono, vorrei tranquillizzarlo del fatto che andrà tutto più o meno bene.
Anche se forse l’unica rassicurazione che potrebbe interessargli è quella che sì, perderà la sua verginità.

Mi chiedo se sarebbe contento di conoscermi.
Mi chiedo se sarei in grado di piacergli.
Ha proprio un’espressione idiota.
Forse un po’ mi somiglia.

IMG_20170312_202612

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...